fbpx
28.8 C
Firenze
mercoledì, Luglio 24, 2024
-Spazio ADV Disponibile-

Fucile Softair: cos’è e come funziona

Il Softair è una disciplina molto divertente, ma per iniziare è bene comprendere prima il funzionamento degli strumenti coinvolti in questa attività.

In questo articolo, ti mostrerò come funziona una replica di un fucile Softair, quali sono le piattaforme più popolari e i pro e i contro di ciascuna di queste.

Cos’è una replica da Softair

Credo che sia bene iniziare con un problema che a volte manda in confuzione i nuovi giocatori di Softair. Nella maggior parte delle giurisdizioni statali, un fucile da Softair non è classificato come arma da fuoco.

Sul web e sui social si trovano molte persone alla ricerca di fucili Softair, ad esempio giocatori alle prime armi. Tanti inviano richieste del tipo “Quest’arma è buona per cominciare?”. Questa è una domanda sbagliata.

E non intendo offendere o puntare il dito contro qualcuno, ma il punto è che armi e repliche sono due cose diverse. Inoltre, noi giocatori di Softair di solito ci preoccupiamo di questa distinzione sul chiarire che la replica da Softair non è un’arma.

Grazie a ciò evitiamo molte connotazioni negative e controversie che questi “giocattoli” possono evocare.

Anche se le repliche delle armi utilizzate nel Softair sembrano vere armi da fuoco, rientrano nella categoria dei giocattoli e il loro scopo è quello di fungere da dispositivo di marcatura; un pò come per quelle utilizzate nel Paintball, ma senza vernice sul bersaglio ed esteticamente più realistiche.

Dato il loro aspetto, le funzionalità e alcune caratteristiche che le repliche da Softair possono fornire, queste vengono addirittura utilizzate come strumento di addestramento da personale delle forze dell’ordine o i militari.

Possiamo anche affermare che questo è uno dei motivi dell’esistenza di queste repliche, perchè le stesse che usiamo oggi per sparare ai nostri amici in realtà sono state create per facilitare le esercitazioni militari per il oro vantaggio economico rispetto ai fucili veri e meno regolamentati dalla legge.

Vale la pena ricordare che ci sono paesi in cui possedere una replica da Softair richiede una licenza o un permesso e che queste siano soggette a diversi limiti di potenza.

Fucile Softair: come funziona

Per capire come funziona un fucile Softair, occorre prima identificare quali sono le piattaforme più popolari attualmente sul mercato.

Data le varietà di modelli disponibili sul mercato, le 4 piattaforme più popolari attualmente sono:

  • Fucili elettrici – Airsoft Electric Gun (AEG)
  • Fucili a gas – Gas Blowback (GBB)
  • Fucili a molla – Spring Powered (Springer)
  • Fucili HPA – High-Pressure Air (HPA)

Sebbene tutte e 4 queste piattaforme siano meccanicamente diverse, hanno alcune cose in comune; tutte le repliche hanno un componente chiamato “hop-up” e una canna interna che consente la fuoriuscita del pallino di 6mm.

Quando il pallino viene azionato dall’aria pressurizzata, passa prima attraverso il gommino ed il pressore dell’hop-up permettendogli di accelerare all’interno della canna interna.

Il pressore all’interno della camera hop-up fornisce al pallino una rotazione all’indietro, provocando un fenomeno chiamato effetto Magnus. L’effetto Magnus consente al pallino di creare una piccola forza opposta per andare contro la gravità in modo che possa viaggiare più lontano.

Se vuoi capire più nel dettaglio come funziona l’hop-up, leggi l’articolo di approfondimento.

fluid dynamics magnus 001
Effetto Magnus

In pratica, quello che una replica dovrà fare è generare una piccola quantità di aria pressurizzata così da creare una forza per spingere in modo pneumatico il pallino fuori dalla canna interna.

I metodi con cui la replica genera l’aria pressurizzata variano in base al meccanismo di funzionamento.

Le tipologie di alimentazione dei fucili per il Softair

Poiché adesso sai più o meno cos’è una replica di un fucile Softair, vale la pena fare una breve distinzione riguardo i diversi meccanismi di funzionamento.

Credo che questa distinzione sia utile soprattutto nel momento in cui ti imbatti nella ricerca di un componente in un negozio online e vuoi capire per quale replica sia adatto all’interno delle descrizioni dei prodotti.

Secondo me, questa è la suddivisione “base” delle repliche.

Fucili con funzionamento a molla – Spring Powered (Springer)

Per prima cosa, diamo un’occhiata alle repliche con funzionamento a molla.

Per questa tipologia di replica l’utente deve riarmare manualmente il pistone per permettere alla molla di comprimersi. Quando viene premuto il grilletto, la replica rilascia il fermo che blocca il pistone in posizione, provocando la fuoriuscita del pallino.

Questo meccanismo è ideale per simulare i fucili di precisione, quindi è ampiamente utilizzato tra le repliche bolt action.

Le repliche a molla sono semplici e robusti, funzionano bene indipendentemente dal tipo di condizioni atmosferiche, ma a causa del loro azionamento manuale, sono lenti se l’utente desidera avere rapidamente pronto in canna un altro pallino.

È un’ottima scelta per i ruoli da cecchino, ma inefficace se si è contro numeroso gruppo di nemici.

I pro di un fucile a molla

  • Semplice nel design
  • Relativamente facile da riparare
  • Funziona in tutte le condizioni atmosferiche
  • Tra tutte e 4 le piattaforme rimane quello più economico
  • Non è necessaria alcuna fonte di alimentazione esterna

I contro di un fucile a molla

  • Lente risposte successive
  • Hanno solo l’azionamento manuale dell’otturatore come modalità di fuoco

Fucili elettrici – Airsoft Electric Gun (AEG)

Questo è probabilmente la piattaforma più popolare. Esistono sia repliche che cercano di copiare fedelmente le armi reali, sia costruzioni che non hanno equivalenti nella realtà.

In termini semplici, sono formate da un meccanismo che richiama rapidamente il pistone e lo rilascia in un cilindro. Questo rapido movimento del pistone comprime l’aria all’interno del cilindro, che a sua volta fuoriesce attraverso lo spingipallino posto dietro al pallino, mettendolo in movimento.

AEG
Fonte: Wikipedia

Per quanto riguarda la tipologia AEG, invece di dover armare manualmente il pistone come avviene per le repliche a molla, questo modello utilizza un motore e una serie di ingranaggi che permettono di portare indietro il pistone.

L’AEG è composta da una batteria che viene installata dall’utente al suo interno prima di utilizzarla, e a seconda della tipologia di modello, la batteria può essere installata o nella parte frontale della replica, oppure all’interno del calcio.

Quando l’utente preme il grilletto, si attiva un interruttore che invia la corrente emanata dalle batterie al motore che grazie alla sua funzione, attiva gli ingranaggi che spingo il pistone avanti e indietro nel cilindro.

Questo tipo di alimentazione consente ai giocatori di effettuare spari singoli molto più veloci e permette di sparare i pallini in modalità completamente automatica.

La maggior parte dei componenti che ne permetto il funzionamento si trovano all’interno di un guscio che viene denominato gearbox.

Nel lontano 1991 questo design era considerato rivoluzionario, e da allora molte aziende aftermarket hanno realizzato componenti per effettuare miglioramenti per questa piattaforma.

Di conseguenza, questa è una delle piattaforme più popolari e offre la possibilità di aggiornare molte parti per migliorarne le prestazioni e affidabilità.

I pro di un fucile elettrico

  • È la più popolare
  • Una delle piattaforme più versatili
  • Facile da usare
  • Molte parti sostituibili e aggiornabili
  • Funziona in qualsiasi condizione atmosferica purché la batteria sia carica
  • Maggiore capacità del caricatore

I contro di un fucile elettrico

  • Richiede un tecnico esperto per la riparazione o upgrade
  • Può facilmente danneggiarsi in caso di pioggia
  • Potrebbe sentire il suono del lamento degli ingranaggi dopo aver premuto il grilletto e prima che venga sparato il BB
  • Ad alcuni utenti potrebbe non piacere la mancanza di sensazione tattile quando si preme il grilletto
  • Difficile manutenzione sul campo
  • È improbabile che venga riparato rapidamente in caso di malfunzionamento

Fucili a gas – Gas Blowback (GBB)

GBB o Gas Blowback è la piattaforma più realistica che attualmente è possibile trovare nel mercato delle repliche da Softair. A causa della loro natura realistica, alcune forze dell’ordine e agenzie militari utilizzano questi modelli come strumenti di addestramento.

Questi modelli funzionano secondo un principio di progettazione completamente diverso rispetto a quelli elettriche o a molla visti in precedenza.

Un fucile Softair a gas scarrellante utilizza gas pressurizzato (simile al gas propano) noto come green gas o CO2 che viene immagazzinato all’interno di un serbatoio (di solito posto all’interno del caricatore) e ogni volta che l’utente preme il grilletto, viene colpita la valvola che provoca il rilascio di una piccola quantità di gas all’interno della replica.

Il gas spinge prima fuori il pallino dalla canna, e la quantità che ne rimane fa sì che l’otturatore del fucile si sposti indietro in modo da simulare lo scarrellamento per il colpo successivo.

GBB

Le repliche a gas sono piuttosto inclini al freddo, e quando si preme troppo velocemente il grilletto, potrebbe verificarsi un effetto di raffreddamento con conseguente calo significativo di fps.

I pro di un fucile a gas

  • Realistico nel design e nell’utilizzo
  • Più facile da smontare rispetto ad AEG
  • Maggiori possibilità di riparazione sul campo in caso di malfunzionamento

Contro

  • Incline al freddo
  • FPS meno coerente a causa della sua natura

Fucili HPA (High Pressure Air)

Ultimo ma non per importanza, è il funzionamento dei sistemi ad alta pressione (HPA). Questi sistemi funzionano con l’utilizzo di bombole di aria ad alta pressione che vengono collegate esternamente alla replica attraverso appositi tubi.

Il vantaggio dell’utilizzo dell’alta pressione è che la temperatura una volta regolata la pressione rimane stabile sia in inverno che in estate.

5 single default

Lo svantaggio è che di solito è necessario una bombola d’aria abbastanza grande che può risultare scomoda da portarsi dietro e trovare posto sul Plate Carrier.

Questo sistema rimane uno tra quello con il prezzo più alto.

I pro di un fucile HPA

  • Ogni colpo è estremamente coerente
  • Ottima risposta del grilletto
  • Funziona in qualsiasi condizione atmosferica
  • Silenzioso
  • Probabilità di malfunzionamento molto bassa

I contro di un fucile HPA

  • Aspetto irrealistico
  • Abbastanza costoso
  • Richiede un tecnico esperto per una corretta installazione

Ulteriori caratteristiche di un fucile da Softair

Le caratteristiche di una replica da Softair variano a seconda della tipologia, della tecnologia utilizzata e della qualità dei componenti installati (ovviamente, migliore è la tecnologia ed i componenti, più costoso sarà il prodotto finale).

Ci sono molte funzionalità extra che queste repliche possono avere per migliorare l’esperienza dell’utente ed è impossibile elencarle tutte. Solo per citarne una, ad esempio la modalità di fuoco completamente automatica.

A parte quelli a molla, quasi tutte le repliche hanno la modalità di fuoco completamente automatica in cui occorre tenere semplicemente premuto il grilletto e la replica sparerà finché il caricatore non sarà vuoto.

Ci sono repliche dove a causa di un emulazione del realismo o perchè il meccanismo non lo consente, non offrono la modalità di fuoco automatica.

Inoltre, in una replica è possibile trovare ulteriori funzionalità come il rilevamento del caricatore vuoto che interrompe il funzionamento quando rileva che il caricatore è vuoto. Questa funzione è rara per la maggior parte degli AEG, ma è possibile trovarla all’interno di quelli di fascia alta.

Per i GBB questa è una caratteristica standard perchè quando il caricatore esaurisce i pallini, causerà un arresto della replica, costringendo l’utente a ricaricare.

Quanto è preciso un fucile da Softair?

Dato che ora sai come funzionano le repliche da Softair, parliamo di precisione. Poiché la forma di un pallino è rotonda, la sua precisione non sarà mai precisa quanto quella di un proiettile.

Tuttavia, data la giusta lunghezza della canna interna, una pressione dell’aria costante e l’utilizzo di un pallino con una corretta grammatura, la replica di un fucile può essere abbastanza precisa fino ai 40-50 metri dal bersaglio.

In poche parole, un buon fucile daSoftair dovrebbe essere in grado di colpire un foglio di carta formato A3 a 50 metri, ma questo dipende anche dal limite fps/joule del paese in cui si utilizza.

Nel Softair fa male quando si viene colpiti?

Sebbene le repliche da Softair e i pallini di plastica non siano letali, potrebbero comunque causare danni a parti delicate del corpo come gli occhi o la bocca. Quindi il consiglio quando si utilizzano le repliche, è quello di assicurarsi di indossare una protezione per gli occhi adeguata prima di maneggiarle.

Poiché la tolleranza al dolore varia da persona a persona, è abbastanza difficile dire se farsi sparare fa male o meno, ma quando si viene colpiti da un pallino si avvertirà sicuramente una leggera sensazione di bruciore.

Un piccolo consiglio per alleviare la puntura/dolore quando si viene colpiti è quello di indossare abiti relativamente larghi sulla pelle nuda. In questo modo il tessuto aiuterà a il pallino a perdere velocità al momento dell’impatto e quindi ad abbassare leggermente il dolore.

È illegale andare in giro con un fucile da Softair?

Le repliche da Softair, pur essendo esenti dall’obbligo del porto d’armi, non possono essere liberamente portate e utilizzate in qualsiasi contesto.

Questo significa che, sebbene sia lecito trasportarle per partecipare a una partita di Softair, non vuole dire che si eviteranno di certo dei guai e non è consentito averle prontamente accessibili, come ad esempio riposte sul sedile del passeggero.

La modalità corretta di trasporto prevede l’utilizzo di un fodero o di una valigetta ed è espressamente vietato portarle in contesti di riunioni pubbliche.

Conclusioni

Sebbene il design del pallino sia più o meno lo stesso, la differenza nel modo in cui le repliche generano l’aria compressa fa sì che questa soddisfi diverse tipologie di utilizzatori.

Per gli utenti che preferiscono avere un design meccanico semplice e giocare come cecchino, la piattaforma a molla è la soluzione migliore, mentre le AEG si rivolgono agli utenti che desiderano svolgere più un ruolo d’assalto durante le partite e preferiscono avere una piattaforma plug-and-play.

Il GBB è per quegli utenti che cercano il massimo realismo e vogliono mettersi alla prova durante il gioco o semplicemente usarlo come strumento di allenamento.

HPA è per gli utenti che non si preoccupano dell’estetica o del realismo ma cercano le massime prestazioni e affidabilità sul campo.

Foto di Toxic Player su Unsplash

© Tacticalcafe.it – Riproduzione riservata


Non lasciarti sfuggire l’opportunità di rimanere sempre aggiornato sul mondo del Softair. Scopri le ultime novità, i consigli degli esperti e le guide dettagliate per trasformare la tua esperienza in campo in un’avventura indimenticabile.

Iscriviti ora alla nostra newsletter: compila il form e unisciti alla nostra community di veri appassionati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

* indicates required

Condividi l'articolo se ti è piaciuto

RIMANI CONNESSO

1,176FansMi piace
1,076FollowerSegui
7FollowerSegui

PARTNER

BT Gear
FIPS Softair

ultimi articoli